Orari di ricevimento

Dirigente Scolastico

  • Ing. Giuseppe Inzerillo
  • Riceve su appuntamento

Vice Presidenza corso diurno

  • Prof. Giuseppe Bo
  • Riceve dal lunedì al venerdì ore 07.50 - 08.50 e su appuntamento
  • diurno@itgguarini.it

Vice Presidenza corso serale

  • Prof.ssa Milena Demaria
  • Riceve dal lunedì al venerdì ore 17.00 - 17.30 e su appuntamento
  • serale@itgguarini.it

Segreteria didattica

  • Riceve lun-ven 8.00-10.00 e 13.00-14.00 / martedì e giovedì 17.00-19.30
  • variazioni per il mese di marzo 2016
    • Lunedì - Mercoledì - Giovedì e Venerdì dalle 08.00 alle 10.00  / dalle 13.00 alle 14.00
    • Martedì dalle 08.00 alle 10.00 / dalle 14.00 alle 19.00,
    • Giovedì non ci sarà l'apertura pomeridiana.
  • urp@itgguarini.it

Segreteria amministrativa

  • Riceve lun ven 8.30-9.30 e 11.00-12.00


Misure organizzative per l’efficiente, efficace e tempestiva acquisizione d’ufficio dei dati e per l’effettuazione dei controlli medesimi e modalità per la loro esecuzione ai sensi della Legge 183/2011 e della Direttiva Funzione Pubblica n. 14 del 22 dicembre 2011
 
Il 1° gennaio 2012 sono entrate in vigore le modifiche introdotte dall'art. 15 comma 1 delle L. 183 del 12 novembre 2011 che disciplinano la materia relativa ai certificati e alle dichiarazioni sostitutive contenute nel D.P.R. n.445 del 2000.
L’art. 46 del succitato D.P.R. così regolamenta quali sono gli atti che si possono autocertificare: “tutti i fatti e dati personali che il cittadino può comprovare e che può presentare insieme a un’eventuale domanda, e che sostituiscono i certificati originali”.
Per quanto suesposto, le Amministrazioni Pubbliche e gestori di pubblici servizi non possono richiedere ai diretti interessati atti o certificati concernenti le posizioni di stato di cui sopra ma debbono acquisire esclusivamente autocertificazioni per le quali l’Amministrazione ha l’obbligo di controllo della veridicità di quanto dichiarato, nei tempi e modi previsti dalla Direttiva 14 del 22/12/11.
In particolare la Legge consente di dichiarare:
a)               data e luogo di nascita;
b)               residenza;
c)               cittadinanza;
d)               godimento dei diritti civili e politici;
e)               stato di celibe, coniugato, vedovo, stato libero;
f)                stato di famiglia;
g)               esistenza in vita;
h)               nascita del  figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente;
i)                 iscrizioni in albi,   registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
j)                 appartenenza ad ordini professionali;
k)               titoli di studio, esami sostenuti;
l)                 qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
m)             situazioni reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da Leggi speciali;
n)               assolvimento di  specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto;
o)               possesso e n° del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
p)               stato di disoccupazione;
q)               qualità di pensionato e categoria di pensione;
r)                qualità di studente;
s)               qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
t)                iscrizione presso Associazioni o Formazioni sociali di qualsiasi tipo;
u)               tutte le situazioni relative all' adempimento degli obblighi militari ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
v)               di non aver riportato  condanne penali  e di non essere destinatario di  provvedimenti  che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi  iscritti  nel  casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
w)              di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
x)               qualità di vivenza a carico;
y)               tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile;
z)               di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.
 
Non è prevista l’autocertificazione per:
a)               i certificati medici *;
b)               i certificati sanitari;
c)               i certificati veterinari;
d)               i certificati di origine;
e)               i certificati di conformità CE;
f)                i certificati di marchi;
g)               i certificati di brevetti;
h)               documento unico di regolarità contributiva (DURC)
 
*  Tuttavia, i certificati medici e sanitari richiesti dalla Istituzioni Scolastiche per la pratica, non agonistica, di attività sportive da parte degli alunni sono sostituiti con un unico certificato rilasciato dal medico di base, con validità per l’intero anno scolastico.
 
Le dichiarazioni mendaci comportano una responsabilità personale del dichiarante di rilevanza penale. Nello stesso modo il pubblico dipendente che, in luogo di autocertificazioni, richieda certificati è passibile di sanzioni in quanto si ravvisa una violazione dei doveri d’ufficio, ex art. 74, comma 2 lett. A del DPR 445/2000.
 
Tutto ciò premesso, viste le norme introdotte dalla Legge 183/2011 e in considerazione di quanto diramato dal Dipartimento della Funzione Pubblica con la Circolare n. 14 /201, la Dirigenza ha disposto l’individuazione dell’ufficio responsabile e la definizione di una serie di misure organizzative
 
1.    Individuazione ufficio responsabile
E’ individuato quale Ufficio Responsabile (d’ora in avanti Ufficio Responsabile) per tutte le attività di cui alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 14 del 22/12/2011 l’intero Ufficio di Segreteria dell’Istituto Tecnico Statale per Geometri “Guarino Guarini” di Torino nella persona del DSGA dottoressa Carmela Ierace che nell’ambito della propria autonomia organizzativa potrà attribuire specifiche deleghe al personale di segreteria operante nelle rispettive aree di competenza.
Al suddetto Ufficio Responsabile competono tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti oltre che della predisposizione delle certificazioni aggiornate alla vigente normativa di cui alla legge 12 novembre 2011, n. 183.
L’Ufficio Responsabile è competente ad effettuare l’idoneo controllo, anche a campione, delle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell’art. 71 del DPR DPR 28 dicembre 2000 n. 445.
 
E’ obbligo del personale individuato:
·           attenersi scrupolosamente alla normativa in oggetto accettando in ogni circostanza autocertificazioni presentate in luogo di originali nei casi descritti in premessa.
·           riportare su tutti i certificati rilasciati dalla scuola, attestanti fatti e stati personali rientranti nella fattispecie dell’art. 46 del DPR 445/2000, pena nullità, la seguente dicitura “ Il presente certificato non  può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o a privati gestori di pubblici servizi”.
·           effettuare idonei controlli ogni qualvolta possa affermarsi l’esistenza di dubbi ragionevoli in ordine alla veridicità del contenuto delle dichiarazioni o, a campione, con cadenza mensile, su una autocertificazione riferita ad ogni area.
·           Sono sempre da effettuarsi verifiche che riguardano punteggi attribuiti sulla base di autocertificazioni per l’inserimento nelle graduatorie di Istituto docenti e ATA in quanto previsti dal D.M. inerente la materia
·           registrare su apposito registro i controlli effettuati cronologicamente e con l’indicazione di tutti i dati fino all’esito finale.
·           rispettare il termine di 30 giorni dal ricevimento per dare riscontro alle richieste di controllo
·           predisporre tutti gli atti amministrativi necessari alla presentazione della denuncia all’autorità giudiziaria delle dichiarazioni mendaci verificate.
 
2.    Misure organizzative
L’Ufficio Responsabile provvede ad effettuare idonei controlli, anche a campione, delle dichiarazioni sostitutive prodotte dal personale e/o dagli utenti (a norma dell’articolo 71 del DPR 445 del 2000). Qualora i dati dichiarati non siano direttamente reperibili ed accertabili dagli archivi e banche dati delle Amministrazioni certificanti, l’Ufficio Responsabile, ai sensi dell’art. 71 citato, potrà richiedere alle medesime Amministrazioni certificati, anche attraverso strumenti informatici o telematici, conferma scritta della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei registri da questa custoditi.
Ai sensi dell’art. 43 del DPR n. 445 del 2000 quando l’Ufficio Responsabile, per conto della presente Istituzione Scolastica -Amministrazione procedente- opera l’acquisizione d’ufficio dei dati ai sensi del comma 2 del citato articolo 43, può procedere anche per fax e via telematica. Le misure organizzative individuate e adottate dall’Ufficio Responsabile per l’efficiente, efficace e tempestiva acquisizione d’ufficio dei dati e per l’effettuazione dei controlli medesimi, nonché le modalità per la loro esecuzione sono le seguenti:
a)     acquisizione dell’autocertificazione da parte dei dipendenti o dell’utenza privata contestualmente all’instaurazione del rapporto con la Scuola o al presentarsi delle altre necessità, anche mediante un apposito modello predisposto dalla segreteria;
b)     idoneo controllo a campione con generale criterio di 1/5 (o altra procedura su indicazione del Dirigente e del DSGA) con le modalità sopra indicate;
c)     idoneo controllo dove si palesi evidente dubbio sull’autocertificazione prodotta con criterio di 1/1 con le modalità sopra indicate;
d)     idoneo controllo sulle autocertificazioni dei carichi giudiziali pendenti con criterio di 1/1 con le modalità sopra indicate ;
e)     a fronte di richiesta di controllo l’Ufficio Responsabile risponde entro il termine di 30 giorni (punto 1, lett. e direttiva del 22/12/2011);
f)     sulle certificazioni da rilasciare ai soggetti privati è apposta, a pena di nullità, la dicitura: “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi.” Il mancato rispetto di tale disposizione costituisce violazione dei doveri d’ufficio.
g)     ai sensi dell’art. 43 comma 5 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, in tutti i casi in cui l’amministrazione procedente acquisisce direttamente informazioni relative a stati, qualità personali e fatti presso l’amministrazione competente per la loro certificazione, il rilascio e l’acquisizione del certificato non sono necessari e le suddette informazioni sono acquisite, senza oneri, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza (ad esempio, posta elettronica, PEC, fax ecc.). Nel caso in cui comunque l’Ufficio Responsabile provveda al rilascio, sul certificato va apposta solo la seguente dicitura ” Rilasciato ai fini dell’acquisizione d’ufficio”.
h)     per le certificazioni da produrre all’estero su richiesta del privato interessato l’Ufficio Responsabile dovrà apporre, oltre alla dicitura riportata alla lettera f) anche la dicitura: “valido all’estero”.
i)      i diplomi conseguiti al termine di un corso di studio o i titoli di abilitazione conseguiti al termine di un corso di formazione, ai sensi dell’art. 42, D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, non sono certificati. Pertanto, gli stessi devono essere rilasciati in originale privi della dicitura prevista dal comma 02 dell’art. 40, D.P.R. n. 445 del 2000, la quale va invece apposta sulla relativa certificazione, così pure i Nulla Osta
 
3.    Richieste di controllo da parte di altre amministrazioni:
 
a).  La richiesta ricevuta viene presa in carico a protocollo al momento della presentazione o ricezione anche per via telematica e viene registrata sull’apposito registro .
b).  Il dipendente incaricato preposto al settore competente procederà entro 5 giorni dalla presa in carico alla verifica degli atti d’ufficio.
c).  L’Ufficio responsabile avrà cura di rispondere alle richieste di controllo pervenute entro trenta giorni; la mancata osservanza del suddetto termine costituisce violazione dei doveri d’ufficio.
 
 
Le Amministrazioni Procedenti possono richiedere gli accertamenti d'ufficio e i controlli, di cui agli articoli 43 e 71 del D.P.R. n. 445/2000, all’Ufficio Responsabile dell’Istituto Tecnico Statale per Geometri “Guarino Guarini” di Torino:
Ultimo aggiornamento: 2016-11-09 18:49:55