Regole di accesso all'istituto
Frequenza:

la frequenza alle lezioni è obbligatoria, gli studenti hanno anche l’obbligo di rispettare l’orario delle lezioni giungendo puntualmente a scuola e rientrando tempestivamente in classe dopo gli intervalli.

Gli studenti potranno uscire prima del termine delle lezioni solo a seguito di autorizzazione scritta del Dirigente scolastico e, se minorenni, solo se accompagnati da un genitore o da un familiare maggiorenne con registrazione della carta d’identità e firma. In ogni caso dovrà essere presentata entro il giorno precedente apposita richiesta sul libretto delle giustificazioni .

Assenze:

per i giorni di assenza dalle lezioni lo studente è tenuto ad esibire idonea giustificazione sull’apposito libretto. Per le assenze superiori ai 5 giorni (cioè di almeno 6 giorni )è necessario esibire anche un certificato medico in cui si dichiari che lo studente può riprendere a frequentare la scuola.

Si sottolinea l’importanza di giustificare sull’apposito libretto in quanto i docenti e la vicepresidenza sono così in grado di verificare che la firma apposta sia quella depositata dal o dai genitori; inoltre la visione del libretto consente di avere un quadro immediato della situazione generale dello studente. E’ indispensabile perciò che gli studenti abbiano il libretto fin dall’inizio dell’anno scolastico; dopo i primi giorni di scuola gli studenti che ne sono privi non saranno ammessi in classe.

Ritardi:

gli studenti che dovessero giungere in ritardo alla prima ora , salvo casi eccezionali , non saranno ammessi in classe e mandati in vicepresidenza.

Il collaboratore del dirigente annoterà il ritardo ed ammetterà gli studenti segnalando l’obbligo di giustificare il giorno successivo quando non sia già stato fatto dallo studente.

Qualora gli ingressi in ritardo dovessero ripetersi con frequenza, il collaboratore del dirigente, tenendo conto della distanza dell’abitazione dello studente e di eventuali disagi dovuti inequivocabilmente ai mezzi pubblici, si metterà in contatto con la famiglia per segnalare il problema e, nei casi più gravi, non ammetterà in classe lo studente recidivo.

Doveri dello studente:

fra le norme che gli studenti sono tenuti ad osservare, indicate nel Regolamento di Istituto, ne sono sottolineate due che talvolta sono oggetto di incomprensione con le famiglie.

Il regolamento sottolinea la necessità di tenere spento e astenersi dal fare uso del telefono cellulare in classe durante le lezioni. Tale norma si è resa necessaria in particolare per l’uso improprio del cellulare da parte degli studenti che lo usano per giocare o per giocarsi degli scherzi; inoltre, capita con una certa frequenza che i cellulari esibiti e successivamente non sorvegliati siano rubati. In tale caso si ribadisce che la scuola non può essere ritenuta responsabile di questi fatti e che gli interventi ,sollecitati dalle famiglie, per ritrovare il cellulare rubato sono, nella quasi totalità dei casi, infruttuosi ed interrompono fastidiosamente l’attività scolastica.

Il docente disturbato, durante la lezione, dall’uso improprio di un cellulare lo affiderà alla vicepresidenza, il collaboratore del dirigente lo riconsegnerà solamente nelle mani di un genitore.

L’altra norma riguarda l’abbigliamento. Il regolamento sottolinea che lo studente debba essere abbigliato in modo consono all’ambiente scolastico.

La materia è molto delicata e certamente non si vuole entrare in sfere decisionali che appartengono soprattutto alla singola persona e alla famiglia. Si verificano peraltro dei casi, in particolare nei giorni più caldi di fine anno scolastico, di abbigliamento inaccettabile, tipo: studenti che si presentano in pantaloncini corti, scarpe infradito e canottiera, dei veri e propri “tipi da spiaggia”.

La scuola raccomanda di evitare situazioni del genere; nei casi più evidenti la presidenza si riserva di non ammettere in classe lo studente.

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO

Ultimo aggiornamento: 2011-10-26 19:21:14